Teatro Eventi
Home > Spettacoli > Genesio Battaglino Professore di violino - Biella
2018 - Vigliano Biellese (bi)
Sabato 17 Marzo 2018
Genesio Battaglino Professore di violino
Il Principe ranocchio e l'incantesimo della strega Baswelia
ORARI E PREZZI

Pomeriggio ore 16.00:
platea primo settore: 20,00
platea secondo settore e galleria: 17,00

Sera ore 21.00:
posto unico: 25,00

TEATRO ERIOS
Via Quintino Sella, 57 Vigliano Biellese (BI)


Per prenotare contattateci tramite telefono o via mail
teatroeventisrl@gmail.com - 0183.530580

Commedia Comicissima in due atti di Roda
Produzione
: Volti anonimi

Regia: Danila Stievano

Associazione patrocinante
Lilt Biella

"La storia è ambientata nella pensione Bohème dove alloggiano curiosi ed esilaranti ospiti tra cui il protagonista Genesio Battaglino, un attempato e squattrinato professore di violino che non ha fatto fortuna a causa di un “incidente” sul lavoro. In un susseguirsi di spunti comici si risvegliano vecchi rancori, ambizioni di gioventù della padrona della pensione, sopite passioni amorose ed una vena di dolce malinconia. La vicenda condurrà il pubblico in un mondo in cui i buoni sentimenti trionfano sempre, mettendo tuttavia in luce la difficoltà della scelta, per la giovane ragazza arrivata in città da Cigliano in cerca di successo, tra l’amore e la carriera, tra la fama e la semplice felicità quotidiana. Il tutto è avvolto nelle toccanti musiche e testi originali (cantate dal vivo) composti da un attore della compagnia, con l’apparizione di una ballerina di danza classica che traccia con le movenze i contorni di un sogno.
"La compagnia pone le sue radici a Torino a fine degli anni 70 esibendosi con il nome di CCS AVIS. L’esperienza teatrale amatoriale condivisa e maturata in oltre 10 anni si consolida nel 1990 dando vita all’Associazione Culturale Volti Anonimi.
La sensibile e comica tradizione del teatro piemontese, di cui Macario sarà custode perenne, ha profondamente ispirato la compagnia che dal 1993 ha rappresentato le commedie più belle del repertorio del grande attore. La peculiarità del gruppo è saper mescolare nei dialoghi di scena la lingua piemontese e quella italiana con un preciso obiettivo: avvicinare al Teatro dialettale chiunque sia radicato nel tessuto sociale locale e, nel contempo, custodire la memoria di un patrimonio storico piemontese, divulgandone i suoni, i costumi e le tradizioni locali anche fuori dall’ambito regionale. Dal 2009 la Compagnia è invitata a realizzare gli spettacoli per il Gran Galà di Capodanno al Teatro Monterosa di Torino con divertente intrattenimento dopo il brindisi della mezzanotte, ricco di sketches, canzoni e numeri di varietà con un alto gradimento da parte del pubblico.